Cucina,

Zeppole sarde

mercoledì, febbraio 08, 2017 Maxso 0 Commenti

Zeppole sarde

Ingredienti:
- 1kg di semola rimacinata di grano duro
- 30g di zucchero
- 10g di lievito di birra fresco
- la scorza grattugiata di 2 arance
- il succo di 2 arance
- 1l di latte circa
- un pizzico di sale
- ½ bicchierino di liquore all’anice
- grappa q.b.
- zucchero semolato q.b.
- olio di arachide per friggere

Preparazione:
Impastare la semola con lievito sbriciolato, lo zucchero e metà del latte. Impastare a lungo inserendo gradualmente il resto del latte. Lavorare molto l’impasto che deve risultare morbido. L’impasto va lavorato con una mano come se venisse “preso a schiaffi”. Quando l’impasto è ben amalgamato unire il liquore all’anice, un goccio di grappa, il sale e gli aromi. L’impasto è pronto quando si stacca dalla terrina.

Nel frattempo si mette l’imbuto a bagno in una terrina in acqua tiepida, prima far lievitare il composto si fa la “prova imbuto”, si prova se l’impasto scivola bene nell’imbuto. Lasciare lievitare circa 5 ore. Bagnare un imbuto abbastanza largo a cui è stato tagliato il tubicino(in pratica deve rimanere solo il contenitore largo con un buco al centro). Provare a far scorrere l’impasto al suo interno, se scende opponendo un po’ di resistenza l’impasto è perfetto. Scaldare l’olio, quindi prendere una piccola quantità di impasto(l’equivalente di un piccolo mestolo), tappare il buco dell’imbuto con le dita e versarlo nell’imbuto.

Togliere le dita dal buco dell’imbuto e lasciare scendere l’impasto nella padella con l’olio bollente. Formare una spirale muovendo un po’ l’imbuto in modo che esca un “serpentello” abbastanza grosso. Girare la frittella con 2 cucchiai facendo attenzione a non bucarla, quando sarà abbastanza dorata toglierla dall’olio. Metterla in un vassoio con carta assorbente e cospargerla subito di zucchero. Prima di fare la frittella successiva è necessario bagnare nuovamente l’imbuto.

0 commenti: